Ananda Yoga

Vai ai contenuti

Menu principale:

MeditArt

Attività
 
 
 



MeditArt

Pittura , danza, musica, poesia, si fondono per dare vita a questa nuova esperienza.

Saranno incontri di meditazione* (V.fondo pag.) per far emergere l’artista che c’è in ognuno.

Per arrivare a ritrovare un luogo autentico dentro di noi dove esprimere la propria creatività,
in uno stato di  quiete e centratura.

Tutti i nostri giudizi e condizionamenti sull’espressione artistica, perdono così consistenza.
La pittura può allora “accadere”, dando la possibilità di fare solo per il gusto del fare.
Lo sblocco della creatività è quindi  un ulteriore  dono della meditazione.

Facciamo rinascere in noi l’arte, che non è fuori di noi: è NOI !

Siamo esseri creativi, in quanto Raggi del Creatore. Esprimiamo la nostra arte! Siamo esseri divini!
L'arte è una forma di preghiera.

Dipingiamo bellezza, pace, armonia!
La vita è Bellezza, è Amore!

Dall'arte nasce la gioia che tanto manca alle nostre vite.

E' un gioco sacro, senza perchè, senza scopo.
Ricrea un nuovo equilibrio. Più umano.
Ci riporta al presente.


Quale relazione c’è tra arte e  meditazione? Ce lo fa ben capire Osho con queste parole :

“L'arte può essere divisa in due parti. Il novantanove per cento dell'arte è arte soggettiva e solo l'uno per cento è arte oggettiva.
Quel novantanove per cento di arte soggettiva non ha alcuna relazione con la meditazione.
Solo l'uno per cento di arte oggettiva è basata sulla meditazione.

Arte soggettiva vuol dire che riversi la tua soggettività sulla tela : i tuoi sogni, le tue fantasie. È una proiezione della tua psicologia.
La stessa cosa accade in poesia, nella musica, in tutte le dimensioni della creatività:
non ti preoccupi della persona che vedrà il tuo quadro, non ti interessa cosa le succederà quando lo vedrà;
questa è una cosa che non ti riguarda affatto. La tua arte è come un vomito. Ti aiuta, proprio come il vomito ti è di aiuto.
Manda via la nausea, ti fa sentire più pulito, più sano.
Ma non hai preso in considerazione ciò che accadrà alla persona che vedrà il tuo vomito:
le verrà la nausea, comincerà a sentirsi male.

L'arte oggettiva è proprio l'opposto. Chi la fa, non ha nulla da buttar fuori, è del tutto vuoto, pulito.
Da quel silenzio, da quel vuoto nascono amore e compassione. E da quel silenzio nasce la possibilità d’essere creativi.
Questo silenzio, questo amore, questa compassione, sono le qualità della meditazione.

La meditazione ti porta fino al centro del tuo essere. E il tuo centro non è solo il tuo centro, è il centro di tutta l'esistenza.
Questo è il significato del centro di un mandala*. (v.fondo pagina)

Solo alla periferia siamo diversi, ma quando iniziamo ad avvicinarci al centro, siamo tutt'uno.
Se non sei un creatore, non puoi mai trovare la vera estasi.
Solo creando diventi parte della grande creatività dell'universo.
Ma per essere un creatore, la meditazione è una necessità imprescindibile.
Senza, puoi dipingere, ma il tuo quadro dovrà essere bruciato e non può essere mostrato agli altri.
Andava bene per aiutarti, per scaricarti del tuo fardello, ma per favore adesso non scaricarlo su qualcun altro.
 L'arte oggettiva è meditativa, l'arte soggettiva è tutta mentale."


La meditazione dona quindi un'arte pura, essenziale.


Gli incontri si articoleranno così:
durante la prima parte, saranno sperimentate varie tecniche meditative.
La seconda parte sarà dedicata a lasciar uscire l’espressività di ognuno attraverso un dipinto ispirato dalla musica.
Un prezioso strumento per la meditazione.

Il nostro dipinto sarà un Mandala.

La creatività aiuta ad entrare in contatto con noi stessi, attraverso la creazione e la modulazione di spazio e vuoto, portando l'attenzione alle immagini create, veicolando la meditazione al silenzio ed alla quiete della mente.

Creeremo un mandala per meditare su noi stessi, sulla vita, sull'esistenza, sulla divinità.
Partendo dal centro e creando un “percorso”
(attingendo forza dal centro)

Riempiremo creativamente lo spazio, rispettando gli spazi delimitati
(imparando a gestire i confini e ad  accettarli)

A lavoro ultimato, proveremo ad esprimere le nostre emozioni  in poesia e anche danzando
e infine condivideremo il nostro vissuto.

Gli incontri sono rivolti a tutti

Prova gratuita
Sabato 22 settembre h. 10

Incontri mensili il terzo sabato del mese


*La meditazione

La mente in meditazione è come un cielo senza nuvole.
Una mente senza più pensieri è il culmine della pratica.
Infinite le tecniche meditative per raggiungere questo stato. Molte si basano su esercizi di respirazione.
Altre sulla concentrazione su suoni o immagini ecc...

Lo yoga, nel fondamentale testo "Yoga sutra" di Patanjali viene definito  "l'arresto delle modificazioni mentali".

E' quel “qualcosa” che ci porta dentro a toccare la nostra profondità, spuria da tutti i pensieri spazzatura.

Così come il corpo ha bisogno di essere ripulito e purificato, anche la mente ha bisogno quotidianamente di essere dilavata.
E quando il mare della mente è calmo... la vela delle parole è immobile.
C'è silenzio. Un silenzio che rivela amore.

Ed è la fine della sofferenza.

I benefici della pratica meditativa sono riconosciuti dalla scienza e sono molteplici :

attenua lo stress, alleviando i sintomi dell'ansia e della depressione.
Rallenta il processo di invecchiamento delle cellule.
Abbassa la pressione ed è più riposante del sonno.
E' un potente antidolorifico ed antinfiammatorio.



*Mandala

Il termine sanscrito Mandala significa centro, cerchio.
E' rappresentativo di una immagine simbolica in cui sono presenti forme e figure geometriche.
Fondamentali il punto, il cerchio, il quadrato, il triangolo, con l'aggiunta di altre immagini simboliche e ornamentali.
Nasce dall'anima umana ed esiste da sempre, compare infatti in ogni cultura e in diversi periodi storici, e la sua creazione è sempre utilizzata per rituali sacri.
Diffuso nella maggior parte delle religioni, riconducono l'uomo al Creatore, al Divino.
Greci, Egizi, Navaho e monaci Buddisti hanno creato Mandala.

I Mandala sono immagini magiche, simboliche, strumenti visivi meravigliosi per la meditazione, portano prosperità e buon auspicio e sono essenzialmente veicoli per la concentrazione della mente, che durante la sua creazione, ha così la possibilità di liberarsi dalle sue catene abituali.

I Mandala sono disegni da svolgere con calma, precisione e concentrazione, inducono ad imparare a lavorare con pazienza, ordine e senza fretta, per creare bellissime immagini molto piacevoli da ammirare. La concentrazione e la lucidità necessarie per la realizzazione di un Mandala, sono strumenti che aiutano a comprendere il fiume della vita, facendo tacere il dialogo estenuante delle voci interiori, placando ansia e tensioni quotidiane e riportando all'armonia, alla naturalità e al ritmo del cuore, troppo spesso perso nel frastuono.


   



Torna ai contenuti | Torna al menu