Ananda Yoga

Vai ai contenuti

Menu principale:

Reiki

Attività




Che cos’è il Reiki

Reiki è un metodo antico e molto semplice di auto-guarigione che si pratica su di sè e sugli altri.

Ufficializzato dalla medicina allopatica si è diffuso un pò ovunque in quasi tutti gli ospedali in quanto sono documentati una forte riduzione del dolore, dell'ansia, dello stress e della fatica.

Fu riportato alla luce da Mikao Usui, monaco buddista giapponese, verso la fine del XIX secolo.
“Rei” vuol dire “energia universale” mentre “Ki” è l’energia individuale. Reiki quindi, è l’unione delle due energie e porta il praticante ad una maggior consapevolezza di sè e ad una crescente apertura verso il mondo.

Praticandolo con regolarità, si sperimenta una  profonda compassione poichè l'energia del Reiki apre il cuore e si ragiona sempre più attraverso la sua vivificante energia.
Reiki è quindi e soprattutto una via di evoluzione spirituale.  Dona un silenzio interiore pieno d’amore.
Consente una maggior percezione di sè ed eleva le emozioni.

La dimensione della Fonte ci è più vicina, ci permea e diveniamo così canali della Sua energia guaritrice.



La semplicità del metodo

Il metodo suggerisce inizialmente una sequenza di posizioni prefissate delle mani sul corpo, che con l‘esperienza “ si sposteranno poi da sole", per andare là dove c’è più bisogno d’energia.
Non è un modo meccanico di spostare le mani sul corpo, ma un essere in contatto con l' Essenza, che è purezza e amore e che doniamo agli altri per risvegliarli all’amore che è in loro.
Infatti la malattia è soprattutto la mancanza di collegamento con l’amore che è in sè.




Com’è strutturato

Il Reiki è strutturato in tre livelli:

il primo ovviamente è la base da cui partire per un affascinante viaggio di scoperta del proprio potere e ha più a che fare con la guarigione fisica. E' suddiviso in una parte teorica ( storia del fondatore, metodologia, etica della filosofia ) ed una pratica ( lo studio dell'imposizione delle mani nelle posizioni di base su se stessi e sulla persona da trattare e la formazione del comportamento etico-psicologico da tenere nei confronti di chi viene trattato ).

Il secondo livello, che viene dato su richiesta a chi abbia praticato con costanza e dedizione per un periodo sufficiente che consenta di far propria la tecnica, approfondisce e potenzia lo studio di base aggiungendo tre simboli. Reiki usa dei simboli per aprirci a livelli superiori di consapevolezza.
Nel secondo livello vengono dati tre simboli. Sono chiavi eterne che aiutano a concentrare la mente e a purificarla, a dirigere l'energia là dove serve e a mandare Reiki oltre il tempo e lo spazio. Col secondo livello si espandono i propri naturali poteri psichici per poterli mettere a servizio dell'umanità.

Il terzo livello completa lo studio di questa disciplina e consente, a chi fortemente motivato alla trasmissione, di diventarne maestro. Dopo il periodo di tirocinio che consiste nel ripartecipare ai vari seminari di 1° e 2° livello per circa due anni, il master prepara l'allievo a ricevere il terzo simbolo: il cuore pulsante del Reiki. Un simbolo di Luce, di Amore e di potere.  Ora l'allievo ha tutti gli strumenti e le potenzialità per essere a sua volta portatore della grande Forza dell'enegia Reiki. Continuerà umilmente la sua formazione con l'aiuto del più grande Maestro: la Vita!

Scambi Reiki e trattamenti individuali

Mensilmente il Centro ospita i praticanti Reiki.
Un incontro sempre molto apprezzato e gradito che consente lo scambio del Reiki in un contesto ideale,
"caldo", familiare e silenzioso.

Master Reiki: Luciana Zangheratti

All'occorrenza Luciana pratica trattamenti individuali su appuntamento.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu